Viaggio attraverso le biblioteche più belle del mondo

biblioteche

“La scrittura crea i libri, i libri creano biblioteche e una biblioteca è il luogo più forte e radicato di una casa privata, come lo è di una città − se biblioteca pubblica. Una biblioteca sostituisce la realtà assente o malvagia, e ne costituisce il luogo della beatitudine, del piacere: il luogo pagano della gioia.”

  • Antonio Castronuovo

La Biblioteca è lo scrigno dei saperi, luogo magico in cui cercare, scoprire, sognare ad occhi aperti. E se a renderla straordinaria sono soprattutto i libri conservati al suo interno, anche l’architettura che ne contiene le parole ha la sua carica suggestiva. Ecco perché vi propongo questo viaggio illustrato attraverso alcune delle Biblioteche più belle del mondo.

Cominciamo con la Biblioteca di Vennesla, in Norvegia. La struttura è stata progettata da Helen & Hard. Si tratta di un edificio estremamente moderno e a basso consumo energetico che, oltre ai libri, ospita un caffè, dei luoghi di incontro e delle aree amministrative, a diretto contatto con la comunità cittadina di circa 12000 abitanti. L’intera biblioteca è composta da ventisette nervature prefabbricate realizzate in legno lamellare e pannelli in compensato che fungono da scaffalature per i testi.

biblioteche

Passiamo poi alla Biblioteca di Vancouver, in Canada. Realizzata dall’architetto canadese Moshe Safdie, la Biblioteca pubblica centrale di Vancouver ospita, su ben sette livelli, libri per ogni età, giornali di tutto il mondo e persino un laboratorio di lingue per l’apprendimento e la pratica di vari idiomi. Molti hanno notato una somiglianza della sua struttura con quella del Colosseo.

biblioteche

Il viaggio continua nella Biblioteca di Kansas City, negli States, la biblioteca a forma di libro.  L’edificio pubblico, costruito con marmi e granito, è l’orgoglio di tutti i cittadini, coinvolti direttamente nella scelta dei volumi (selezionati tra i più letti al mondo) che ne compongono la struttura esterna, caratteristica e indubbiamente originale.

biblioteche

Approdiamo ora in Danimarca, presso la Biblioteca Reale di Copenaghen, conosciuta anche come “Diamante nero” per via del suo involucro esterno, realizzata da un imponente blocco di granito nero che sembra ondeggiare sul mare. Nel centro dell’edificio, interamente bianco, un enorme atrio di 8 piani funge da ingresso e lucernario per l’intera struttura.

biblioteche

Voliamo poi verso la Bielorussia, nella Biblioteca di Minsk. La particolare struttura dell’edificio (alto 72 metri), è composta da 22 piani e può ospitare circa 2000 lettori, più altri 500 nella sala conferenze. Al suo interno possiamo trovare oltre 8 milioni di titoli riguardanti i più svariati argomenti.

biblioteche

Il percorso continua nella nuova Biblioteca di Stoccarda, Bibliothek 21, una struttura completamente innovativa, realizzata dall’architetto sudcoreano Eun Young Yi. Alta 44 metri per 40, di forma (quasi) cubica, si distingue per la luminosità del suo interno, grazie al tetto di vetro e alla presenza del colore bianco. L’edificio conta undici piani, di cui due interrati e nove in superficie. All’interno sono contenuti più di 500.000 libri disponibili in tutte le lingue europee.

biblioteche

Particolare anche la struttura della Real Gabinete Português de Leitura a Rio de Janeiro. La Biblioteca è un prezioso esempio di architettura neogotica (fondata nel 1837 da migranti portoghesi) e ricorda sia all’esterno che all’interno la forma di una Chiesa. Contiene più di 350.000 volumi e riunisce libri rari del XVI, XVII e XVIII secolo.

Altro edificio che ci riporta indietro nel tempo è la Biblioteca Alexandrina, ubicata ad Alessandria d’Egitto. Essa nasce come tentativo di ricostruire nella sua particolarità la Biblioteca di Alessandria, andata distrutta nell’antichità.  La Biblioteca ha uno spazio scaffali per otto milioni di libri. L’imponente sala lettura copre i restanti 70 000 metri quadrati, distribuiti su undici livelli. Il complesso comprende un centro congressi, settori per non vedenti, bambini e ragazzi, tre musei, quattro gallerie d’arte, un laboratorio per il restauro dei manoscritti e un planetario.

Passiamo ora alla Biblioteca del Trinity College di Dublino, “The long room”, in Irlanda. Composta da un lungo corridoio di scaffali, contiene circa un milione di testi ed un’importante collezione di antichi manoscritti; e ha il privilegio di trovarsi in uno degli istituti d’istruzione più famosi al mondo.

Approdiamo anche in Italia, dove val la pena citare innanzitutto la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, una delle più importanti in Europa e la più grande tra quelle italiane e che, insieme alla Biblioteca di Roma, svolge le funzioni di biblioteca nazionale; e soprattutto la Biblioteca Ambrosiana di Milano, rinnovata varie volte nel corso dei secoli e arricchita da numerose e prestigiose donazioni, anche straniere.

Chiudiamo infine questo viaggio con le foto della seconda biblioteca più grande del mondo dopo la Library of Congress di Washington, ovvero la Biblioteca di Pechino. Essa contiene 29 milioni di libri, distribuiti su una superficie di 250mila metri quadrati, ospitando circa 12000 lettori al giorno.


 

“Leggere è un’arte in via d’estinzione e i libri sono specchi in cui troviamo solo ciò che abbiamo dentro di noi, e la lettura coinvolge mente e cuore, due merci sempre più rare.”

  • C. R. Zafon

Lascia un commento