Spesso, tutte le volte che penso a te

penso

Spesso, tutte le volte che penso a te, mi chiedo se mi sarà concesso ancora nella vita di provare quel senso di possibile felicità che sentivo vibrare nell’anima lungo i sentieri del nostro timido vagare per mano. I nostri cuori così diversi, eppure uniti da uno stesso silenzio fatto di parole strozzate dal timore, di tenerezze impercettibili, di gesti che si trasformavano in ricordi nell’immediatezza del loro divenire.

Ora siamo così definitivamente lontani, ognuno con la sua lotta, ognuno ignaro delle sconfitte dell’altro. E io non so più avvicinarmi davvero a qualcuno senza indugiare in un silenzio di cupa rassegnazione, senza ritirare la mano al primo sentore di contatto, senza spezzare il divenire prima che si trasformi in un ricordo. Per un cuore disilluso ogni carezza è una ferita. Da infliggere e ricevere.

Spesso, tutte le volte che penso a te, ho paura.

The sad truth

Lascia un commento