decibel

Sanremo 2018 – I Decibel omaggiano David Bowie con Lettera dal Duca

Un momento di ispirazione onirica e una corrispondenza epistolare con la leggenda del rock David Bowie, è da questa dimensione di forte spiritualità che prende vita Lettera dal Duca, il brano con il quale i Decibel tornano sul palco del Festival di Sanremo 

Lettera Dal Duca sarà contenuto nel nuovo album d’inediti «L’Anticristo», in uscita il 16 febbraio. Enrico Ruggeri in questa canzone si fa portavoce di un messaggio importante, inviato proprio da David Bowie a tutta l’umanità. Una composizione di ispirazione onirica che invita alla riscoperta di se stessi attraverso quel mondo infinito, quella dimensione parallela che ognuno di noi custodisce dentro di sé.

Passano come rondini
Possibilità e utopie
Volano senza redini
Come libere armonie.
E non conosco più leggi di gravità
Ostacoli e complessità
Raggiungo un’altra dimensione
Se chiudo gli occhi vedo l’infinito in me
Supero i miei limiti più di quanto immagini
Tu stai parlando a una persona che non c’è
Silenziosa anima che questo sole illumina
I see the towns – I see the mountains
Here in my heart – Fuori dal tempo
A new fronteer – Another game to play

Un universo spirituale fuori dal tempo che si fa strada nel nostro cuore per aiutarci a superare ostacoli e complessità. Una dimensione altra dove meschinità e mediocrità si annullano, lasciando il posto a un ritrovato coraggio, che spinge l’uomo ad oltrepassare i propri limiti e infiamma l’anima di una nuova e irradiante luce.

Passano vecchie immagini
Indelebili su di noi
Restano frasi e musica
E quel battito sentirai
Io non capisco più certe meschinità
Le misere mediocrità
Io vivo un’altra dimensione
Se chiudi gli occhi vedi l’infinito in te
E superi i tuoi limiti più di quanto immagini
Ti accorgerai che un mondo spirituale c’è
Fuoco dentro all’anima che tutto intorno illumina
I see the towns – I see the mountains
Here in my heart – Fuori dal tempo
A new fronteer – Another game to play
I see the towns – I see the mountains
Se chiudo gli occhi vedo l’infinito in me
Supero i miei limiti più di quanto immagini
Down down, I see the wall falling…

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: