Report/ Elio e le Storie Tese al Secret Show dell’Home Festival

storie tese

Centinaia di presenti fin dall’apertura delle porte, esibizione unica per la band. Gli organizzatori: “Con questa anteprima è iniziato il countdown per Home Festival 2016, a breve arrivano nuovi nomi”.

Quando gli Elio e le Storie Tese sono apparsi sul palco, il pubblico ha avuto un sussulto. C’è chi si è messo a battere le mani, chi a urlare. Chi semplicemente non ci credeva. Forse dentro queste emozioni c’è tutto il senso di un evento, il Secret Show Home Festival pensato insieme a Heineken, che riesce a portare band abituate ai palazzetti e ai grandi festival in un contesto intimo come la dimensione da club. Tutto è più familiare e ti senti subito a casa, “at Home”. Allo stesso tempo non è semplice tornare ad eseguire una performance a stretto contatto con il pubblico: perché un conto è suonare su un palco distante dal pubblico, un altro condividere sudore ed emozioni con una folla che si stringe attorno a te, come a inizio carriera nei piccoli pub, con gli amici di sempre e quelli che ti hanno visto esordire.

Dopo i Negrita, Alex Britti e i Subsonica, quest’anno sono stati gli Elio e le Storie Tese a cogliere di sorpresa i fortunati partecipanti della serata, il gruppo – che si è presentato sul palco richiamando le atmosfere intime dei loro primi concerti nei club, ha ringraziato i presenti per la calorosa accoglienza invitando tutti all’imminente tour che comincerà con la prima attesissima data evento venerdì 29 aprile al Mediolanum Forum di Assago del Piccoli Energumeni Tour 2016, per proseguire il 7 maggio a Roma e con gli altri appuntamenti annunciati.

Il live di ieri sera è stato anticipato dal master di spillatura organizzato da Heineken per la “Heineken Star Serve Night”, un evento che porta nei locali i maestri del “servire le birre” a raccontare i segreti della loro arte. Ma un evento che, nella sua unicità a livello nazionale, serve anche a catalizzare l’attenzione degli operatori del mondo della musica su Home Festival.

“Dopo l’annuncio di Editors siamo al 23 per cento della line up complessiva”, spiegano dalla società organizzatrice. “Ma abbiamo già siglato dei nuovi contratti, a breve i nuovi annunci che ci porteranno al centro dell’attenzione non solo di chi ama la musica”.

(Ph di Davide Carrer)

Lascia un commento