Pagliaccio feat Ex-Otago – il video di “Amore cieco” girato da Baronciani

amore cieco

“Amore cieco” – La storia di un sentimento speciale tra due ragazzi non vedenti, dalla presentazione al buio al videoclip ufficiale con le illustrazioni e la regia di Baronciani.

Uscito oggi, 23 marzo, il videoclip di “Amore cieco”, il singolo dei Pagliaccio in collaborazione con gli Ex-Otago, estratto dall’album “La Maratona”, uscito lo scorso ottobre per Costello’s Records. Il brano venne presentato con un concerto speciale presso l’Istituto di Ciechi di Milano in occasione della giornata mondiale della vista. L’esecuzione e il primo video della canzone, furono completamente avvolti dal buio, in una sorta di esperimento empatico che coinvolgesse emotivamente il pubblico, privandolo della vista e trasportandolo nella dimensione semantica del testo.

Dici che l’amore viaggia un po’ a memoria

io non ti conosco in fondo, non ti ho vista mai

ma più di tutti gli altri so come sei

La storia raccontata alterna romanticismo ed ironia, cercando di rendere più leggere le difficoltà che i due amanti ciechi devono affrontare quotidianamente per scoprirsi e vivere il loro amore. Un amore per cui non esistono prove, senza sguardi, ma fatto di odori, carezze, ascolto, condivisione. Un continuo cercarsi nonostante i pregiudizi, un incontro di mani e di anime che illumina il cuore e valica qualsiasi ostacolo.

Siamo una coppia speciale

tutti quanti passano, si girano a guardare

questo mondo oscuro ce lo raccontiamo

e se l’amore è cieco, neanche noi scherziamo

Il video ufficiale, realizzato dal noto illustratore Alessandro Baronciani, mette in scena con simpatica tenerezza questo amore invisibile, eppure così reale, vero, instancabile.

“Alessandro dei Pagliaccio mi chiama e mi chiede se voglio fare un video di una canzone che non ha un video, nel senso che ce l’ha ma non si vede, uscito per la giornata nazionale dei non vedenti. Vado ad ascoltarla e la imparo a memoria. Ma questo è Maurizio degli Ex-Otago! Mi torna in mente September ma siamo ancora a gennaio. Ok, decido di provarci. Realizzare un cartone animato anche se sono anni che non ne faccio uno. Alessandro dei Pagliaccio è ultra convinto. Telefono a Eva Celsi che è una mia amica animatrice bravissima e tiro fuori la mia idea ascoltando il pezzo: un fantasma innamorato di una bellissima ragazza. Lei non lo può vedere, è un fantasma, e i fantasmi ci sono ma non si vedono, come l’Amore cieco della canzone. Che è una storia d’amore tra due ciechi, ma così dolce che diventa ironica. Come il fantasma che è maldestro e comico e anche un po’ malinconico. Macchia Nera – il cattivo di Topolino- versione emo. L’idea mi divertiva: una tovaglia nera capace solo di ballare che passa tutta la vita a farsi notare da questa ragazza. Mi ricorda la canzone dei Gene: Haunted by you. Mi piace pensare che in giro ci sia una ragazza capace col suo fascino di “stregare” anche un fantasma. Una magia al contrario”.

Lascia un commento