#NUOVOMEI2016 – intervista all’ideatore Giordano Sangiorgi

mei

Si terrà a Faenza dal 23 al 25 settembre il #NUOVOMEI2016, tante le novità per questa edizione zero del MEI, a partire dal Festival del giornalismo musicale. Ha ancora senso parlare di giornalismo musicale in Italia? Ci sono ancora spazi per parlare della nuova musica sulle grandi testate? Hanno senso le recensioni on line? O contano di più i like su Facebook? Di quale musica parleremo in futuro? Queste alcune delle domande su cui verterà il grande incontro che si terrà sabato 24 settembre, quando i protagonisti saranno i giornalisti stessi.

Ma non solo. Il MEI 2016 sarà anche un’importante vetrina per la musica emergente, e ospiterà eventi dedicati a Lucio Battisti, concerti, mostre fotografiche e l’Acrobati Tour di Daniele Silvestri, un evento esclusivo e gratuito che chiude il ciclo di celebrazioni per i venti anni del Mei. Un evento mai realizzato in Italia, ideato da Giordano Sangiorgi, a cui abbiamo rivolto qualche domanda per capire meglio le iniziative e le scelte artistiche di questa manifestazione.

  • #nuovomei2016 – quali sono le novità di questa iniziativa ormai conosciutissima nel panorama indipendente? Come si è evoluto il MEI in questi anni?

Il MEI è sempre stato un punto di riferimento proprio per le sue novita’ innestate ogni anno, spesso in anticipo sui tempi. Quest’anno con il # Nuovo Mei 2016, che chiude i 20 anni del MEI con un grande concerto di Daniele Silvestri in Piazza del Popolo a Faenza, arriviamo ad un cartellone fatto dal 90% e passa di artisti giovani emergenti under 30 per essere sempre la vetrina della nuova musica italiana e per ascoltare prima in una grande vetrina come quella del MEI i nuovi artisti di domani.

  • Una parte della rassegna sarà dedicata al giornalismo musicale. Ha ancora senso una recensione nell’era dello streaming?

È la domanda alla quale cercherà di rispondere questo primo Festival del Giornalismo Musicale che per due giorni, il 24 e 25 settembre, radunerà oltre un centinaio di giornalisti a discuteere e confrontarsi su questo e mille altre domande legate al futuro della musica e dell’informazione musicale. Un’idea innovativa che ha avuto un grande successo di adesioni e alla quale invito tutti a partecipare.

  • Il web è un supporto importante, libero e gratuito per la promozione musicale, ma nello stesso tempo si corre il rischio di imbattersi in un sovraccarico di proposte. C’è un modo per riconoscere i veri talenti in tanta confusione?

Quello di ascoltarli tutti. L’aumento esponenziale delle produzioni musicali credo sia un bene perché significa dare a tutti le stesse opportunita’. Ci vuole piu’ tempo ad ascoltare tutti perché la musica nel tempo per fortuna è diventata da un evento esclusivo per ricchi, come era nel Settecento, ad un grande movimento culturale di massa al quale tutti coloro che ne hanno voglia possono dare il loro contributo.

  • In un’epoca di grandi trasformazioni, per ottenere un buon live, è più importante vendere dischi o crearsi un seguito social? Insomma, qual è il metodo più efficace di comunicazione e diffusione musicale?

Oggi il mercato del disco è morto. Si tratta di un mercato residuale che nel circuito indipendente ed emergente ha oramai solo il circuito fisico della vendita durante i live. Quindi oggi prima di tutto serve farsi un grande seguito di fan fisico e social che poi viene ai tuoi live e acquista poi volentieri le tue produzioni musicali.

  •  Tanti gli ospiti che prenderanno parte alla manifestazione. Un nome su tutti mi ha colpita, quello di Motta, l’artista indipendente dell’anno. Cosa rappresenta la sua presenza al #nuovomei2016? E come si sposa con la scelta di omaggiare Battisti?

Motta all’unanimità è stato proclamato artista indipendente dell’anno con il suo straordinario disco “La fine dei vent’anni”. Rappresenta, in una fase storica musicale come questa, il fatto che c’è ancora spazio in Italia, nel ricambio generazionale di artisti indie che sta avvenendo con l’ingresso degli under 30, ci possa ancora spazio per dischi d’autore che si rifanno alla lezione dell’alt-rock indie angloamericano e non solo al pop manistream italiano. Tutto il #Nuovo Mei 2016 è dedicato a Lucio Battisti, un grande artista sempre piu’ citato dai giovani artisti emergenti come fonte di ispirazione. Per tale motivo abbiamo voluto dedicare a lui tutta la manifestazione insieme alla serata del sabato sera 24 settembre al Teatro Masini che, oltre a Motta, vedrà partecipare  Leo Pari, Calcutta, vincitore per il miglior videoclip indipendente dell’anno, Daniele Celona, Iacampo, Chiara Dello Iacovo, Miele e tanti altri che rappresentano la nuova scena cantautorale italiana.

  •  Extraliscio, un progetto che fa rivivere le tradizioni, ma che stride con il mainstream a cui l’indie ci sta abituando. Sono due mondi che possono convivere?

Sono proprio due mondi contrapposti. Una delle attività di resistenza musicale alla deriva del mainstream globale tutto uguale in chiave pop, rock e rap che stanno facendo molti artisti indipendenti è quella di recuperare le migliori tradizioni musicali della nostra terra, renderle attuali e riproporle alle giovani generazioni.  Questi progetti stanno ottenendo un crescente successso ed Extraliscio è l’esempio del boom del nuovo liscio e dell’incontro , che noi abbiamo auspicato, tra le orchestre della tradizione del folklore romagnolo e gli artisti indipendenti. Extraliscio infatti vede insieme Mirco Mariani dei Saluti da Saturno e capo rochestra di Vinicio Capossela con Moreno Il Biondo e Mauro Ferrara, leader de Il Grande Evento, storica orchestra folk.  Un mix di successo che produce un punk da balera che sta spopolando.

  •  Super Mei Circus premia i Voina Hen. Quali sono i motivi principali di questa vittoria?

La giuria dei giovani del Super Mei Circus guidata dalla redazione di Exit Well li ha votati all’unanimità senza dubbi e sono evidentemente una delle band più rappresentative della nuova sscena indie giovanile.

  •  Un evento ricco di incontri e confronti che toccheranno diversi ambiti dell’arte e della cultura indipendente italiana. Cosa si aspetta da questa edizione?

Di poter fare il passaggio del “testimone”definitivo passando il Mei dei 20 anni al #Nuovo Mei 2016 delle giovani generazioni indipendenti emergenti under 30 affinché il MEI possa rifare coi giovani altri 20 anni del suo positivo percorso di piattaforma unica  di incontro della nuova musica italiana indipendente ed emergente italiana.

Questo il programma musicale del #NUOVOMEI2016

VENERDI’ 23 SETTEMBRE

Dalle 20:30 in Piazza Del Popolo avremo:

Extraliscio: il progetto di Mirco Mariani, Moreno il Biondo e Mauro Ferrara. Finaz della Bandabardo’, Ochtopus.

SABATO 24 SETTEMBRE

Dalle ore 15:00 al Corona Cocktail Plaza avremo:

Serena Tagliati, La Ragazzina Dai Capelli Rossi, Dea Dea, Andrea Maestrelli, Matteo Fiorino, New Jersey Quay, So Does Your Mother, Do’ Storieski, A Tea with Alice, Camelias Garden, James and the Butcher, Dyno, Artù, Felix Lalù, Voina Hen, Landlord, Flat Bit, Malatja, Mc Fly’s Got Time.

Dalle ore 15:00 al Palazzo Laderchi avremo:

Vincitore Musing Show, Capabrò, My Escort, Vincitore Taranto Rock Rete Dei Festival, Dissidio, Sine Munda, Bludiklein, Pan Island Project, Rew Out, Chained, Sweet as Shit, Noiseed, Rock the DJ, Drive Me Dead, Celeb car crash, Witchwood.

Dalle ore 17:30 al Caffè 900 avremo:

Laura Dimistri, I Dionea. Mi sentirò INDIE (in collaborazione con MTV generation) con Birthh, Giorginess e Twee. Mi sento INDIE prima parte con Anna Luppi, Mud, Andrea Piermattei, Carpakoi. Mi sento INDIE seconda parte con May Gray, Wolter Goes Stranger, Remida.

Dalle ore 18:00 al Prometeo avremo:

Altoparlante Festival con Elefanti, Cristoforetti, Valeria Caucino, Mikeless, Melody Castellari, Indecisi. Inoltre, Andrea Nadel, Serena Abrami, Salamone, G.O.P.S, Veronica Marchi. Paolo Benvegnù presenta il nuovo album di Fabio Cinti.

Dalle ore 18:00 al Museo Internazionale Delle Ceramiche avremo:

Collettivo Ginsberg, Omar Pedrini, Pecori Greg.

Dalle ore 20:30 in Piazza Del Popolo avremo:

Suntiago, Cortex, Geometra Mangoni, Grande Cantautore Italiano per Live Esclusivo per i 20 anni del MEI.

Dalle ore 20:30 al Teatro Masini avremo:

Calcutta, Nicolò Francisci, Chiara Dello Iacovo, IaCampo, Daniele Celona, Leo Pari, Motta, Miele, Mauro Ermanno Giovanardi che presenterà Lele Battista ed Andrea Martinelli.

DOMENICA 25 SETTEMBRE

Dalle ore 14:30 in Piazza Del Popolo avremo:

Orchestrona Musica Popolare, 88 Folli Band, Trilli, Gli Sleego, Misga, Mirko Casadei feat Khorakhanè, La Municipal, Otello Profazio, Sabatum Quartet, Briganti Band, I Musicanti Del Vento.

Dalle ore 15:00 al Corona Cocktail Plaza avremo:

Nnebia, Fish Taco, Fucsia, Babalù, Boohoos, Avvoltoi, Lercio, Kaos India, Virgo, Metropolitics, I Menestrelli di Banafratta, Arx, The Engram, Verderame.

Dalle ore 15:00 al Palazzo Laderchi avremo:

Giochi Di Lola, Furnari, Sara Borgogni, Vincitore del Pulse, Vincitore Festival Karel, Nameless, Marat, Rossana De Pace, Area 106, Perin & Barbarossa, Primula Rossa.

Lascia un commento