Mi fa paura l’insensatezza delle cose

Mi fa paura l’insensatezza delle cose, come mi fa paura il senso soggettivo che gli altri attribuiscono ad esse, e che mai combacia col mio. Ci sono miliardi di volti che osservano quotidianamente il mondo sperando di scorgere una verità universale che gli permetta di vedere oltre, di vedere se, di vedere con.

Ma gli occhi si aprono e si chiudono, mettono a fuoco e poi si distraggono, si incrociano per caso e si evitano per scelta. E io continuo a guardarmi intorno smarrita cercando disperatamente di scorgere qualcosa oltre il vuoto degli sguardi senza sosta di gente senza direzione.

Perdersi è un battito di ciglia.

Chiara, The sad truth is that the truth is sad

Lascia un commento