Addio a Marco Pannella, il Signor Hood cantato da De Gregori

pannella

Scomparso all’età di 86 anni Marco Pannella, il leader radicale e solitario che ha combattuto tutta la sua vita per i diritti civili in Italia. Lottava da tempo con un tumore al fegato e uno ai polmoni, ma negli ultimi giorni le sue condizioni di salute erano peggiorate, fino alla morte, avvenuta oggi in una clinica privata a Roma, dove era ricoverato da mercoledì sera.

Un grande estremista del liberalismo, un provocatore, una voce discordante, un esempio di determinazione e coraggio.

Il Signor Hood era un galantuomo,
sempre ispirato dal sole.
Con due pistole caricate a salve
ed un canestro pieno di parole.

così Francesco De Gregori descrive Marco Pannella nel brano “Il Signor Hood”, contenuto all’interno dell’album “Rimmel”. Sul retrocopertina del disco compare un esplicito sottotitolo fra parentesi: “a M., con autonomia”.

Racconta de Gregori:

“Questo personaggio così alla Robin Hood in quel tempo del referendum sul divorzio mi sembrava incarnare bene la figura di Pannella, una sorta di eroe solitario. […] Il Signor Hood come personaggio rompicoglioni, come personaggio ”contro“, è in realtà una parte di tutti noi.

Sicuramente Pannella è un buon Signor Hood: in fondo, politicamente è un ingenuo che però è mosso da una grande onestà personale, che ama ancora incazzarsi e sbattere i pugni sul tavolo.”

E scaricò le sue pistole in aria
e regalò le sua parole ai sordi.

Lascia un commento