Lacrime al microscopio, cambiano a seconda delle emozioni

lacrime microscopio

Come appaiono le lacrime viste da molto vicino? Questa la domanda che ha spinto la fotografa Rose Lynn Fischer ad analizzarle al microscopio

Lacrime di dolore, di gioia, di tristezza, di sfogo.. sono tanti i motivi per cui piangiamo. Ma la cosa sorprendente è che a seconda delle cause cambia anche la loro struttura.

La fotografa Rose Lynn Fischer, in un periodo un po’ difficile della sua vita, decise di studiare la composizione delle lacrime al microscopio e di creare un progetto artistico con i risulati ottenuti.

Dalla particolare ricerca è nata infatti una mostra fotografica, chiamata “The topography of tears”.

Le lacrime sono il mezzo per il nostro linguaggio principale in momenti difficili come la morte, e sono basilari tanto quanto la fame e complesse tanto quanto un rito di passaggio. È come se ognuna di esse portasse dentro un microcosmo di esperienze umane collettive, come una goccia di un oceano.

Rose-Lynn Fisher ha condotto il suo esperimento raccogliendo oltre 100 gocce da se stessa ed alcuni volontari, le ha fatte seccare, e poi le ha analizzate al microscopio.

Ad ogni emozione corrisponde un tipo di lacrima differente. Inoltre, a formare le lacrime intervengono anche diversi fattori chimici, che contribuiscono a renderne unica la struttura, come si evince chiaramente da questa galleria fotografica così curiosa.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento