Un cervello “In fuga” – il video dei Punkreas con Lo Stato Sociale

punkreas

“In fuga” è il primo estratto da “Il lato ruvido”, e vede la collaborazione dei Punkreas con Lo Stato Sociale. ll video racconta la storia di un cervello in fuga, mettendo in scena un testo impegnato e sarcastico. I componenti del gruppo bolognese interpretano l’insolito ruolo d’inviati del tg.

Una fuga dai propri limiti e da quelli imposti dalla società, che ci tiene intrappolati nelle sue banali consuetudini.

Arriverà il Natale col cinepanettone
L’estate tutti al mare a litigar per l’ombrellone
O impasticcati da parenti pronti a ritirare la pensione

Un viaggio verso una libertà fatta di cose semplici ma mai scontate, perché nella gabbia delle convenzioni e delle privazioni quotidiane, il mondo al di là delle sbarre è offuscato dall’impossibilità della realizzazione personale.

Ma sai non è che sto cercando, un dottore, un nobel
o un ingegnere nucleare
Vedi, non chiedo così tanto, ma neanche il tipo tonto
che mi spegne quando si accende la TV

Naturalmente nessuno si preoccupa di abolire queste forme di prigionia e insoddisfazione, a partire dallo Stato, che ignora completamente le sue responsabilità.

“Questi cervelli sono pericolosi e bisogna fare qualcosa ma il nostro partito è partito.”
“Proteste in tutto il paese”
“Migliaia di corpi senza cervello mangiano schifezze e si vestono di merda!”
“Preoccupazione per le prossime elezioni.”

Così, nell’indifferenza generale delle istituzioni, per salvaguardare e dare un futuro alla materia grigia sopravvissuta, non resta altro che darsi alla fuga.

Ma finalmente sono in fuga da un po’, da un po’
sono in fuga già da un po’, da un po’, da un po’

Andare fuori di testa dalla mia testa
è tutto ciò che mi resta fuori di testa
Andare fuori di testa dalla mia testa
anche se poi non mi basta fuori di testa

Lascia un commento