Josephine Cardin – Gli attacchi di panico raccontati in una gallery

panico

Quegli istanti improvvisi in cui si viene assaliti da una terribile sensazione di paura che ci fa perdere il controllo. Il respiro che si fa sempre più corto, il viso arrossato, il tremore, le vertigini, quel senso di morte imminente che ci fa temere il peggio. Di fronte a un attacco di panico ci sentiamo minuscoli, fallibili, disarmati.

Josephine Cardin, fotografa e illustratrice nata a Santo Domingo e cresciuta in Florida, ha voluto rappresentare la sua esperienza attraverso alcuni autoritratti, che hanno dato vita al progetto Feels Like.

Utilizzando una tecnica mista che vede unite fotografia, carboncino, matita e penna, ha dato forma ai sintomi che bloccano le persone colpite da questo disturbo. Per rendere graficamente il blocco terrorizzante che assale il cuore in quei momenti di panico, Cardin ha usato alcuni animali, come serpenti, tarantole e piovre.

 

È così che ci si sente durante un attacco di panico. La prima volta mi è capitato quando avevo circa 11 anni. Per oltre un decennio non sapevo nemmeno che ci fosse un nome per quello che mi capitava: mi sembrava che il cuore mi sarebbe uscito dal petto, e tutto intorno a me diventava sfocato. Sentivo un senso di vertigine e mi sentivo come se improvvisamente avessi dimenticato come respirare. Sono fortunata ad aver cercato aiuto, ma per 6 milioni di americani questa è una lotta costante.

Imparare a conoscere e condividere la mia esperienza con altri che l’hanno vissuta è ciò che mi ha aiutato a superarla, e spero che questo progetto possa spronare coloro che ancora ne soffrono a cercare aiuto e scoprire che non sono soli.

Josephine Cardin ha così cercato di esorcizzare le sue paure e la sua malattia attraverso l’arte, offrendo al contempo un lavoro di grandissima potenza emotiva e rara sensibilità. L’attacco di panico viene ritratto in ogni sua manifestazione, dalla depersonalizzazione alla sensazione di soffocamento.

Lascia un commento