“È andata così” – il nuovo singolo della Berté scritto da Ligabue

berté

La rinascita della Berté attraverso il racconto delle verità del suo percorso discografico ed emozionale – In rotazione radiofonica da oggi, “È andata così”, il primo singolo anticipa l’uscita del nuovo album. Il brano porta la firma di Luciano Ligabue che, su invito della Mannoia, ha deciso di riadattare un suo vecchio inedito alla natura ribelle dell’artista.

Il nuovo albuplaym “Amici non ne ho… ma amiche sì!”, prodotto da Fiorella Mannoia, vedrà la luce il prossimo 1° aprile per Warner Music. Un disco attesissimo, un ritorno che profuma di rinascita e di ritrovata forza. Dopo il successo del suo ultimo tour, la partecipazione al talent “Amici” come giudice, e la pubblicazione della sua autobiografia, la Berté festeggia i suoi 40 anni di carriera con un disco ricco di collaborazioni importanti. Da Emma a Paola Turci, Noemi, Alessandra Amoroso, Elisa, Nina Zilli, Antonella Lo Coco, Aida Cooper, Patty Pravo, Bianca Atzei, Irene Grandi.

“Lei è la più punk tra le cantanti italiane, punk non riferito a un genere musicale, ma ad una natura. Mi sono ritrovato tra le mani questo pezzo e l’ho riscritto, pensando che forse Loredana potrebbe aver voglia di raccontare la sua consapevolezza rispetto a chi è, al suo rapporto con la musica fatta e con quella ancora da fare. Il pezzo non è assolutamente punk, ma lei lo canta in modo punk, personale, e si sente che la rappresenta” –  ha spiegato Ligabue a Repubblica.

Una canzone forte, diretta, profonda, che il timbro graffiato della Berté carica di pathos ed emozione. Ognuno è destinato ad inseguire il proprio talento, ed “è andata così, è andata che canto canzoni, è tutto qui” – questo l’incipit del brano che fin da subito assume contorni autobiografici.

Sarà solo un gioco
sarà che ci gioco da tanto
sarà che si gioca da soli
e così sia
conosco il silenzio
e quanto può fare spavento
però non ho tempo né voglia di nostalgia

Una passione nata per gioco, ma che finisce per attraversare un’intera vita, trascorsa spesso nella solitudine assordante del silenzio, che frena e spaventa le ambizioni. Ma Loredana non ha più voglia di cedere alle nostalgie del passato. Ora è il momento di andare oltre, “seguirò il mio manifesto in un’altra città finché c’è chi ascolterà”. Questo mestiere, nonostante i suoi alti e bassi, è fonte inesauribile di adrenalina, di allegria, di sensazioni che lasciano con il fiato sospeso, di momenti di felicità conquistati con la fatica di chi sa quanto pesi la mancanza di compagnia.

È andata così, comunque, tutto compreso
chissà cosa mi fa cantare i fatti miei
è andata che mi hanno lasciato il microfono acceso
ma forse non serve nemmeno, mi senti se vuoi

Questa la “verità” cantata dalla Berté, tra sogni spezzati e altri da realizzare, in un continuo fluire di anima e musica, che punta dritto al cuore di chi sa “sentire”.


L’impronta di Ligabue c’è ed è percepibile soprattutto nell’incedere melodico del brano. Il videoclip, diretto dalla stessa Loredana, la vede protagonista nelle vesti della rinascita raccontare la sua storia:

 

Lascia un commento