“Attenta”, i Negramaro e l’amore in chiave thriller

negramaro-attenta

S’intitola Attenta ed è il nuovo singolo dei Negramaro, un monito ad agire con cautela in amore, perché anche da un semplice bacio può scaturire l’inevitabile

Attenta, questo il titolo della canzone scritta da Giuliano Sangiorgi, che anticipa l’uscita del nuovo album dei Negramaro: La rivoluzione sta arrivando, prevista per il 25 settembre.

Dopo il video di Sei tu la mia città, uscito a sorpresa in aprile, arriva in radio e in tutti gli store digitali e piattaforme streaming questo nuovo singolo, accolto con entusiasmo e favore di critica da tutti i fan della band pugliese.

Il brano, melodicamente e ‘romanticamente’ in perfetto stile Sangiorgi, in realtà

racconta di un bacio tra due amanti come fosse la scena di un thriller. È il bacio la scintilla che fa muovere i protagonisti della storia e la loro percezione, un leggero sfiorarsi delle labbra che non lascia nessuna via di fuga ai due innamorati che da quel momento non potranno più tornare indietro, è un segno indelebile, per sempre.

(si legge nel comunicato di lancio)

Sia il testo che la storia narrata nella canzone, hanno inizio in ‘una stanza’, dove anche le ombre e le apparenze acquistano valore nel susseguirsi di gesti incontrollabili e senza ritorno, che culminano in “un bacio che non conosce l’innocenza” fra i due protagonisti.

Una stanza in cui è facile perdersi e perdere, uccidersi e uccidere, diventare “colpevoli di una notte lenta” e colpevolizzare l’altro di “quell’incontro di bocche” che è vita e morte nello stesso tempo.

stai attenta
attenta che si muove questa stanza
se chiudi gli occhi un treno è già in partenza
un passeggero perde sai con poco la pazienza
come me che resto senza

il cuore l’ho copiato ad una stronza
non fare caso a quest’impertinenza
stai attenta, stai attenta almeno a te
non dar la colpa a me, la colpa a me

I sentimenti spesso viaggiano dissoluti su uno stesso binario di paure ed attrazione, ma basta un attimo e il treno della passione può deragliare, smarrire la sua direzione, addirittura investire il nostro cuore.

Sono i piccoli gesti ad unire due anime, ma bastano altrettante minuscole incomprensioni a separarle per sempre. Per questo la diffidenza non è mai troppa, e la prudenza è l’unico modo per tenersi al sicuro dalle delusioni o per curarne le ferite.

Pazienza e attenzione sono indispensabili in questo percorso, perché proteggere se stessi è l’unico modo per rendere possibile un contatto con gli altri.

E anche

se tutto è bellissimo
se è come un miracolo
se anche il pavimento sembra
sabbia contro un cielo
che si innalza altissimo
intorno a noi è bellissimo
attenta…

STAI ATTENTA

Lascia un commento